Dear reader, Delta del Po wishes to inform you that the content of this article is not fully translated into the language in which you are viewing this page, it can be viewed in the following languages: Italiano

24 ORE A RAVENNA

È la città del mosaico, una città antica, eletta per ben tre volte capitale: dell'Impero Romano d'Occidente prima, del Regno goto sotto Teodorico poi, e per ultimo dell'Impero bizantino in Europa. Ravenna è una vera e propria perla dell'Emilia Romagna. E non è un caso che il Times l'abbia inserita tra le “10 migliori vacanze art&culture” nell’ambito dell’articolo le “100 migliori vacanze del 2021”.

 

La magnificenza dell'epoca bizantina ha lasciato una grande eredità di monumenti e sono ben otto gli edifici che sono stati dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco: la Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia, il Battistero Neoniano, la Cappella di S. Andrea, il Battistero degli Ariani, la Basilica di S. Apollinare Nuovo, il Mausoleo di Teodorico e la Basilica di S. Apollinare in Classe. Non sarà, quindi, per nulla semplice scegliere ma, qualunque decisione prenderete, rimarrete sicuramente soddisfatti.

 

Dagli splendidi mosaici di Galla Placidia, i più antichi di Ravenna, il cui tema di fondo è la vittoria della vita sulla morte, alla combinazione di elementi architettonici romani con elementi bizantini nella Basilica di San Vitale; dal più grande ciclo di mosaici del mondo visibile a Sant'Apollinare Nuovo all'originalissimo mausoleo, interamente realizzato in blocchi di pietra d'Istria, che l'imperatore Teodorico si fece costruire come propria sepoltura.

 

A pranzo una veloce, ma gustosissima piada romagnola non può mancare prima di rituffarci nello straordinario patrimonio artistico della città. Da non  perdere il MAR - Museo d’Arte della città, che propone esposizioni periodiche di alto profilo e ospita diverse collezioni permanenti, tra cui la Collezione dei Mosaici Contemporanei e il recentissimo Museo Classis, uno dei più importanti musei archeologici a livello nazionale. Un vero e proprio viaggio nella storia di Ravenna con oltre 600 reperti che illustrano al meglio le varie fasi che caratterizzarono la città bizantina passando dalle origini tra Etruschi e Umbri all’età romana, dall’età tardo imperiale ai fasti di Teodorico fino alla conquista bizantina. Inutile, infine, dire che la città conserva le spoglie di Dante Alighieri. Merita un passaggio la sua tomba, monumento nazionale, vicino al quale trovano spazio anche il giardino con il Quadrarco e i chiostri francescani, che ospitano il Museo Dantesco.